somalia quasi mezzo milione persone colpite dall alluvione rischio malnutrizione epidemie

A denunciare il peggioramento di una situazione umanitaria già fragile – in Somalia circa 5.4 milioni di persone sono in condizioni di bisogno – è , l’Organizzazione internazionale che dal 1919 lotta per salvare la vita dei bambini e garantire loro un futuro.

Jalafay Isak, membro del team di risposta all’emergenza di Save the Children operativo nella città più colpita, Belet Weyne nello stato di Hirshabelle – dove il fiume Shebelle è esondato lo scorso venerdì – racconta di aver assistito a terrificanti scene con protagoniste famiglie intente a cercare disperatamente salvezza: “Durante la notte si sentiva il pianto ininterrotto delle famiglie che chiedevano aiuto: bloccate dentro alle case, coi bambini sopra agli armadi o sulle più alte superfici disponibili, avevano la paura costante di essere spazzate via dal fiume.

Save the Children ha distribuito 12.000 sacchi di sabbia questa settimana e sta fornendo acqua potabile sicura a 7.000 nuclei familiari; l’Organizzazione, inoltre, sta preparando 90 latrine d’emergenza per far fronte alla mancanza di servizi sanitari e prevenire lo scoppio di epidemie nell’area.

Il piano di risposta alla crisi umanitaria in Somalia è finanziato solo al 18%, una quota insufficiente per sostenere le operazioni in corso contro la malnutrizione e per rispondere all’alluvione.

somalia quasi mezzo milione persone colpite dall alluvione rischio malnutrizione epidemieultima modifica: 2018-05-05T22:05:00+02:00da perllegarti
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment